dannatamente donna

reggiseni, appesi, campagna, prato verde
"La maggior parte delle donne si fa bella per piacere alle altre donne"

8 marzo 2021, festa della donna. Quest anno in concomitanza con il 50esimo anniversario dell’acquisizione del diritto di voto: peccato che la Svizzera si sia piazzata fra le ultime nazioni occidentali nel concedere il suffragio femminile, facendosi battere persino da numerosi stati africani e precedendo, di qualche anno, soltanto i paesi della penisola araba…

Rieccoci al momento più atteso da molte donne per ricevere una giornata di considerazione, un mazzo di fiori donato più per consuetudine che per celebrare sinceramente la Donna. Alzi la mano chi conosce la simbologia che si nasconde dietro alla mimosa e per quale motivo si regala proprio questo fiore l’8 di marzo.

Non illudetevi però… da domani si ripiomba nei luoghi comuni, nelle differenze salariali, nelle battutine a sfondo sessuale, nei fischi ricevuti passando accanto ad un cantiere, nelle domande inopportune durante i colloqui di lavoro, nelle false promesse di una migliore conciliazione tra vita lavorativa e vita famigliare…

auguri a te cara donna...

Auguri a te cara Donna che giudichi il colore del rossetto della tua amica.
Auguri a te cara Donna che commenti con tua mamma i chili di troppo della tua collega.
Auguri a te cara Donna che definisci ‘cessa’ la nuova ragazza del tuo ex fidanzato.
Auguri a te cara Donna che giudichi sia la decisione di voler diventare mamma sia quella di voler fare carriera.
Auguri a te cara Donna che ti vergogni di raccontare alle amiche del tuo nuovo fidanzato di 10 anni più giovane.

imparare ad amarci

Care Donne, dobbiamo smetterla di farci la guerra, dobbiamo imparare a volerci bene e ad accettarci.

Siamo perennemente in conflitto con il nostro stesso genere e personalmente trovo che tutto ciò sia assurdo!

La maggior parte delle donne si fa bella non soltanto per ingraziarsi gli sguardi degli uomini ma per piacere alle altre donne. Ovunque e ad ogni età ci sono invidia, cattiveria e malignità.

Perché non possiamo iniziare ad essere sinceramente alleate tra noi e ad amarci per quello che siamo?

Siamo tutte differenti e magnifiche a nostro modo, nessuna vince, nessuna perde. Soltanto in questo modo potremo iniziare a pretendere un vero cambiamento nella società.

coco

Una donna dovrebbe essere due cose: chi e cosa vuole.

Gabrielle Bonheur 'Coco' Chanel